Per chi la sua fortuna l’ha trovata in fondo al mare…

Vorrei tanto che questa canzone non fosse più attuale. Vorrei che a questa tragedia fosse stata messa fine. Vorrei che fossero cose mai successe proprio. E invece no, è una tragedia continua, che si consuma senza consumarsi…

La Litania dei Pesci – Cristina Nico

creatura degli abissi

(Foto di Gaetana Milazzo, www.gaetanamilazzo.it)

LA LITANIA DEI PESCI

Di tante anime, braccia e occhi

non resta che un pezzo di legno

gonfio di acqua e storie interrotte

ai pesci le racconteremo

noi che guardiamo le onde dal basso come nuvole nel cielo

e ci sovrasta il volo delle mante…

Canta la litania dei pesci

per chi la sua fortuna l’ha trovata in fondo al mare

Decreto flussi universale

per chi all’altro mondo vuole trasmigrar

E provo pena per te, giunto dall’altra parte

ti stan chiedendo il nome e il paese

il mare invece no, non ci ha chiesto niente

ci ha accolti nel suo abbraccio blu accecante…

Canta la litania dei pesci

per chi la sua fortuna l’ha trovata in fondo al mare

Decreto flussi universale

per chi all’altro mondo vuole trasmigrar

Canta la litania dei pesci

per chi la sua fortuna l’ha trovata in fondo al mare

Decreto flussi universale

per chi all’altro mondo vuole trasmigrar…

E provo pena per voi, oggi la terra trema

questo mare si fa più sottile

alla deriva dei continenti non puoi mettere un confine.

Musica e parole di Cristina Nico – OrangeHomeRecords 2014.

Cristina Nicoletta: voci, chitarre

Tristan Martinelli: chitarre, basso, tastiere, batteria, cori

Jacopo Ristori: violoncello

Alessandro Alecsovitz: violino

Sabrina Napoleone: cori

Valentina Amandolese: cori

Enrico Bovone: batteria e percussioni

Lascia un commento